BREVI, FLASH, ANNUNCI.....

......

25 giugno 2017

Fwd: COMUNICATO STAMPA SU MANIFESTAZIONI IN PIAZZA CONTRO L'ABOLIZIONE DEL RD 148 E SUL DIRITTO DI SCIOPERO


---------- Forwarded message ---------
From: OR.S.A. AUTOFERRO-TPL Campania <orsaautoferrotplcampania@gmail.com>
Date: dom 25 giu 2017 alle 10:11
Subject: Fwd: COMUNICATO STAMPA SU MANIFESTAZIONI IN PIAZZA CONTRO L'ABOLIZIONE DEL RD 148 E SUL DIRITTO DI SCIOPERO
To:



Comunicato Stampa

Era prevedibile: quando si pensa, in una Commissione Parlamentare, di  bypassare  il  confronto  sindacale sui diritti di chi lavora con un emendamento la reazione non poteva che essere quella che è stata, cioè una protesta che, soprattutto in alcune città, è andata al di là dell'appartenenza a questa o quella sigla sindacale ed è stata l'amaro frutto di una ingiustificata (e per certi versi inutile) forzatura: quella di abolire il Regio Decreto 148 per preparare, così, la stagione delle privatizzazioni senza  regole.

Ora politica e Istituzioni, invece che porsi il problema di mettere a mercato i servizi pubblici essenziali garantendo non solo l'economicità della gestione, ma anche le tutele occupazionali, salariali e contrattuali dei lavoratori del settore invocano una nuova regolamentazione del diritto di sciopero che eviti a sigle sindacali cosiddette "minoritarie" (dalle percentuali di adesione diffuse dai media non parrebbe…) di tenere "ostaggio" il Paese.

E tutti i giornali sono corsi ad aggiungersi al coro intonato da esponenti delle forze politiche di governo, come spesso accade con gli scioperi nei servizi, invece di porsi la domanda principe: perché i lavoratori scioperano e di chi sono le responsabilità ?

Una domanda scomoda, alla quale nel caso specifico si dovrebbe dare la seguente risposta: chi ha partorito l'abolizione del Regio Decreto (certo una Legge datata, ma a garanzia di un rapporto di lavoro tutelato, cosa che evidentemente oggi dà fastidio) con un altro Decreto ha scelto la strada dello scontro, magari per ingrossare, dopo una reazione come quella di ieri, le fila di coloro che  intendono  comprimere ancora di più il diritto di sciopero.

Poco importa che l'attuale regolamentazione italiana sia la più "repressiva"  dell'intera  Unione  Europea, poco importa che sia stata l'assenza di un confronto  con le parti sociali  ed  il proditorio  attacco ad una Legge che regola il rapporto di lavoro degli autoferrotranvieri a scatenare la rabbia dei lavoratori che – non dimentichiamolo – aderendo alla protesta ci rimettono in proprio, perdono i loro soldi unicamente al fine di evidenziare un disagio ed un dissenso che una classe politica  attenta dovrebbe saper cogliere: altro che repressione del diritto!

Invece che i soliti slogan sugli scioperi corporativi e sul Sindacato "che guarda indietro", dalle Istituzioni e dagli organi di stampa ci aspetteremmo un commento più rispettoso verso chi rivendica dei diritti ed una capacità di analisi più obiettiva sulle scelte che si stanno compiendo nell'ambito del Trasporto Pubblico Locale.


 

 

La stessa Commissione Europea, in tema di trasporto pubblico, ha invitato gli Stati membri – al fine di agevolare il contenimento dei costi – ad avviare le liberalizzazioni raccomandando che nel contempo il risparmio non ricada sui viaggiatori e sui lavoratori che operano nel  settore.

Dunque,  persino alla Comunità Europea, da sempre in prima linea per la messa a mercato dei servizi,    è parso evidente che la competizione non può realizzarsi attraverso il peggioramento delle condizioni di lavoro e lo scadimento del servizio, ma solo privilegiando le capacità imprenditoriali tra  competitor.

Una Direttiva che evidentemente sta stretta agli italici estensori del Decreto Legge 50/2017 che, guarda caso, hanno previsto – a surrettizia tutela del lavoro – che in caso di cambio appalto venga applicato il Contratto Collettivo Nazionale di settore. Ma di che Contratto parliamo? Di quello che non esiste,  perché in Italia (a differenza di altri Paesi) non si è mai voluto intervenire sulle garanzie di applicazione di un Contratto di Lavoro omogeneo per tutte le Imprese che operano nel settore, con la conseguenza   che in Italia i dipendenti sono soggetti a normative contrattuali sensibilmente diverse in termini prestazionali e soprattutto economici. Non bastasse il Decreto appena trasformato in Legge con la "manovrina Gentiloni" si limita, nei casi di cambio appalto, a garantire le norme previste dal solo Contratto Collettivo di 1° livello, buttando a mare tutta la contrattualistica aziendale e gli accordi. in  essa ricompresi con ricadute economiche negative sui lavoratori e decurtazione dei salari.

Su questi temi ORSA Trasporti – Autoferro TPL è impegnata a coinvolgere partiti, comitati pendolari e cittadini perché si contemperi il diritto alla mobilità e la qualità del servizio a regole comuni sul lavoro, attraverso la definizione di una Clausola Sociale su occupazione, salario e contratto che sia esigibile    ed impositiva nei bandi di gara del trasporto pubblico.

 Il nostro Paese non ha bisogno di una legge che comprima ancora di più il diritto costituzionale di   scioperare ma di una cultura di Governo che sappia coniugare gli interessi dei cittadini con i diritti di     chi lavora.

 Per protestare contro l'abolizione del R.D. 148 che segna l'apertura alla, liberalizzazione, privatizzazione del settore e alla precarizzazione del contratto di lavoro attraverso l'applicazione del Jobs Act., a Napoli saremo  lunedì 26 giugno a piazza Plebiscito  alle ore 11.00.

 

 

Napoli,  25 giugno 2017



--


Distinti saluti
Giovanni Navarone
 Circumvesuviana
Gestione Turni rete (GTR)
cell 3935452482 (81089 cod)


 

21 giugno 2017

Fwd: Comunicato CRAL EAV


---------- Forwarded message ---------
From: pasquale.castello@libero.it <pasquale.castello@libero.it>
Date: mer 21 giu 2017 alle 10:54
Subject: Comunicato CRAL EAV
To: giovanninavarone <giovanninavarone@gmail.com>


Ciao Giovanni, in allegato un nuovo comunicato del CRAL EAV, per la cortese pubblicazione sul blog "Vesuvianando".
Buona giornata, Pasquale Castello


--


Distinti saluti
Giovanni Navarone
 Circumvesuviana
Gestione Turni rete (GTR)
cell 3935452482 (81089 cod)


 

E' NATA GIOIA !

 GIOIA, mai nome fu più adatto. Questo il nome dato alla seconda nata in casa Bocchetti.....Milena Bocchetti. Ex operatrice di linea, oggi Milena lavora presso l'urp di Napoli porta Nolana. Anche lei come Michele Matrone per la nascita della nipotina, ha voluto dare la notizia attraverso il nostro blog, accogliendo il mio appello alla pubblicazione di eventi gioiosi.

E quale evento più gioioso di quello di una nascita ? Metti che poi la nata si chiama Gioia....è il massimo delle aspettative. Dunque i nostri auguri a Milena e consorte ma anche a nonno Luigi Bocchetti, nostro collega e ovviamente alla nonna. Insomma auguri a tutti coloro che si sono ritrovati ad avere tra di loro, questa Gioia. 

Ancora complimenti per il bellissimo "pezzo di creatura," che abbiamo il piacere di mostrarvi. 



20 giugno 2017

Fwd: Comunicato CRAL EAV


---------- Forwarded message ---------
From: pasquale.castello@libero.it <pasquale.castello@libero.it>
Date: mar 20 giu 2017 alle 11:56
Subject: Comunicato CRAL EAV
To: giovanninavarone <giovanninavarone@gmail.com>


Ciao Giovanni, in allegato un nuovo comunicato del CRAL EAV, per la cortese pubblicazione sul blog "Vesuvianando".
Buona giornata, Pasquale Castello


--


Distinti saluti
Giovanni Navarone
 Circumvesuviana
Gestione Turni rete (GTR)
cell 3935452482 (81089 cod)


 

19 giugno 2017

Fwd: Comunicati CRAL EAV


---------- Forwarded message ---------
From: pasquale.castello@libero.it <pasquale.castello@libero.it>
Date: lun 19 giu 2017 alle 17:25
Subject: Comunicati CRAL EAV
To: giovanninavarone <giovanninavarone@gmail.com>


Ciao Giovanni, in allegato 2 nuovi comunicati  CRAL EAV per la cortese pubblicazione sul blog "Vesuvianando" Buona giornata, 
Pasquale Castello


--


Distinti saluti
Giovanni Navarone
 Circumvesuviana
Gestione Turni rete (GTR)
cell 3935452482 (81089 cod)


 

17 giugno 2017

Fwd: NO ALLA VIOLENZA NEGLI STADI!


---------- Forwarded message ---------
From: Giovanni Navarone <giovanninavarone@gmail.com>
Date: sab 17 giu 2017 alle 15:59
Subject: Fwd: NO ALLA VIOLENZA NEGLI STADI!
To:


---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: "Emilio Vittozzi" <e.vittozzi@eavsrl.it>
Data: 17 Giu 2017 14:42
Oggetto: NO ALLA VIOLENZA NEGLI STADI!
A: "Giovanni Navarone" <giovanninavarone@gmail.com>
Cc:

#IosonoCiroEsposito,

( in marcia contro lo sconto di pena per De Santis)

"Verità e giustizia per Ciro": così, con uno striscione dal messaggio inequivocabile, chiaro, netto, si è aperta la marcia di un migliaio di persone  nel centro di Napoli in memoria di Ciro Esposito, tifoso azzurro morto in occasione della finale di Coppa Italia a Roma del 2014.
La richiesta è che non venga ridotta la pena a Daniele De Santis, l'ultras romanista, neofascista, con un gran bel "casellario giudiziario",  riconosciuto colpevole e condannato per l'omicidio.
Il processo d'appello è previsto il prossimo 27 giugno.
Per il secondo grado di giudizio,  è stata richiesta una riduzione della condanna  a 20 anni di carcere.
Ad organizzare l'evento – contraddistinto dall'hashtag #IoSonoCiroEsposito – è stata l'Associazione "Ciro Vive". Tra i partecipanti, ovviamente, anche la combattiva non-violenta madre del ragazzo,  Antonella Leardi.
"La legge dovrebbe essere uguale per tutti? Quindi perché ridurre la pena a una persona che ha compiuto un omicidio? La legge esiste sì o no?", recita un altro striscione.
Ed  ancora: "D'amore non si muore".
Probabilmente gli Organizzatori si aspettavano ancor più partecipanti; probabilmente tanti altri tifosi del Napoli (ma non solo…) avrebbero dovuto partecipare alla manifestazione, svoltasi in una calda mattinata di sabato, fra lo shooping commerciale di tanta gente e lo "struscio culturale" di tanti turisti.
In tanti, infatti, si fermavano, per un (solo) attimo fuggente, a guardare in generale, a fotografare qualcosa o qualcuno, andare via per continuare verso la propria meta…
Pensare a cosa può provare una madre a cui uccidono, deliberatamente, il proprio figlio no, eh?
Al dolore di una donna che, invece, continua a professare la non violenza con messaggi di Pace ovunque, no, eh?
In tanti sono bravi ad essere presenti nelle occasioni eclatanti, importanti,in prima fila; in quanti, poi, ad esserci in altre situazioni?
Prossimamente l'Inter Club "22 Maggio" Portici incontrerà, nella sede dell'Associazione "Ciro Vive" di Viale della Resistenza a Scampia, la Signora Antonella Leardi, sulla falsariga di quanto fatto dalla delegazione del Coordinamento degli Inter Club della Campania sabato 10 giugno scorso, per portarle, "de visu" Solidarietà sincera, sentita, dovuta.-

EMILIO VITTOZZI
--


Distinti saluti
Giovanni Navarone
 Circumvesuviana
Gestione Turni rete (GTR)
cell 3935452482 (81089 cod)


 

16 giugno 2017

Fwd: Comunucato CRAL EAV


---------- Forwarded message ---------
From: pasquale.castello@libero.it <pasquale.castello@libero.it>
Date: ven 16 giu 2017 alle 19:56
Subject: Comunucato CRAL EAV
To: giovanninavarone <giovanninavarone@gmail.com>


Ciao Giovanni, in allegato un nuovo comunicato del CRAL EAV, per la cortese pubblicazione sul blog "Vesuvianando".
Buona serata, Pasquale Castello


--


Distinti saluti
Giovanni Navarone
 Circumvesuviana
Gestione Turni rete (GTR)
cell 3935452482 (81089 cod)


 

Fwd: Nuovi comunicati CRAL EAV


---------- Forwarded message ---------
From: pasquale.castello@libero.it <pasquale.castello@libero.it>
Date: ven 16 giu 2017 alle 18:45
Subject: Nuovi comunicati CRAL EAV
To: Giovanni Navarone Giovanni Navarone <giovanninavarone@gmail.com>


Ciao Giovanni, in allegato 2 nuovi comunicati  CRAL EAV per la cortese pubblicazione sul blog "Vesuvianando" Buona giornata, 
Pasquale Castello


--


Distinti saluti
Giovanni Navarone
 Circumvesuviana
Gestione Turni rete (GTR)
cell 3935452482 (81089 cod)


 

Fwd: Comunicati CRAL EAV


---------- Forwarded message ---------
From: pasquale.castello@libero.it <pasquale.castello@libero.it>
Date: ven 16 giu 2017 alle 12:04
Subject: Comunicati CRAL EAV
To: giovanninavarone <giovanninavarone@gmail.com>


Ciao Giovanni, in allegato 2 nuovi comunicati  CRAL EAV per la cortese pubblicazione sul blog "Vesuvianando" Buona giornata, 
Pasquale Castello


--


Distinti saluti
Giovanni Navarone
 Circumvesuviana
Gestione Turni rete (GTR)
cell 3935452482 (81089 cod)


 

12 giugno 2017

Fwd: inaugurazione mostra fotografica permanente




Distinti saluti
Giovanni Navarone
 Circumvesuviana
Gestione Turni rete (GTR)
cell 3935452482 (81089 cod)


 

---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: Emilio Vittozzi <e.vittozzi@eavsrl.it>
Date: 12 giugno 2017 15:45
Oggetto: inaugurazione mostra fotografica permanente
A: Giovanni Navarone <giovanninavarone@gmail.com>


ATTENZIONE! ATTENZIONE!!

Il Primario del Reparto di Oncologia dell'Ospedale Ascalesi di Napoli,  insieme al Comitato e al Servizio Umanizzazione, cercó di organizzare una gara di Solidarietà tra fotografi, professionisti e non, per abbellire e rendere più accogliente il reparto.
Ebbene i fotografi hanno regalato decine e decine di foto e di fatto si sono riempite le sale d'attesa, i corridoi e le stanze dei medici di foto di vario genere.
Inoltre col Servizio Umanizzazione è partito anche un servizio di biblioteca, ovvero di book sharing (scambio libri), dove i parenti o i pazienti possono prendere libri e leggerli, durante l'attesa, e portarne dei nuovi.
Ed ora che si è concluso il tutto si vorrebbe ringraziare coloro che hanno donato le loro opere e mostrare alla Cittadinanza che, dove non arriva la burocrazia, arriva il grande Cuore della gente comune, con una piccola "inaugurazione", che  avverrà il 17 Giugno alle ore 10,30.
Interverrà anche il Direttore Generale dell'EAV  e l'invito è esteso anche ai Lettori  di www.vesuvianando.blogspot.it!